Qualche giorno fa mi sono imbattuto in alcuni colleghi che mi hanno posto la domanda del perché sviluppassi siti internet WordPress partendo da zero  invece di usare temi premium con i “page builder” come facevano loro.

Premessa:

Per chi non lo sapesse i page builder sono degli elementi aggiuntivi, dei programmini di WordPress che permettono a chi sta creando il sito di procedere senza utilizzare codice html, css, javascript o php. In pratica chiunque con un po’ di pratica potrebbe sviluppare un sito.

E’ un po’ come quelle pubblicità che si vedono molto spesso con slogan molto accattivanti del tipo “..inizia a creare il tuo sito oggi stesso..”

E io che ho studiato a fare ?

Mesi e mesi ad imparare linguaggio di codice php e come funziona WordPress per poi scoprire questi, perché?

La mia risposta li per li non ha risolto in toto la loro curiosità, o almeno credo. Credo siano ancora altamente convinti che non esista cosa più bella di questi builder.

E’ vero, utilizzare i page builder con un tema premium agevola il lavoro e non di poco, basti pensare che non serve aprire alcun editor di codice, per assurdo non serve nemmeno sapere il codice per creare il layout delle pagine del progetto a cui si sta lavorando. Ma sappiamo cosa fanno in realtà questi builder ? Come funzionano?

Un esempio molto banale è stato quando mi dicevano di richiamare dal tema premium tutti i font di google ? Prego..qui mi sono reso conto che proprio non c’era la più ben che minima conoscenza di come funzionasse il core di questo cms, senza nulla togliere al loro lavoro.

Oggi la mia risposta potrebbe essere questa:

è vero i page builder tipo visual composer, fusion builder del tema Avada e altri sono molto utili, velocizzano il lavoro, i siti sono belli (nulla da invidiare) ma sono funzionali ? Tecnicamente, quanto pesano nel caricamento delle pagine ? Ricordiamoci che questi bei plug-in sono sempre dei programmi con i loro bei Mb.

E se il cliente chiede qualche modifica al lavoro ? qualcosa che i builder non riescono a fare ? è brutto dire di no ad un cliente.

Inoltre, come potremo fidarci a consegnare un progetto ad un cliente che non ha mai visto questi “cosi” ed aspettarci che non provochi nessun danno ? Ricordiamoci che se usiamo i builder per la composizione delle nostre pagine anche i clienti saranno costretti ad utilizzarli se vorranno interagire con il loro sito.

Credo che il bello di saper sviluppare un sito WordPress sia proprio questo. Poter consegnare un lavoro chiavi in mano ed avere la certezza che il nostro cliente non potrà mai creare pasticci o almeno ce l’avremo messa tutta per evitarlo.

Io, come tutti i developer immagino, se posso cerco di rendere il cliente il quanto più possibile autonomo nella gestione del sito stesso, è un po’ lo scopo di usare un CMS no? Il cliente dovrebbe solamente preoccuparsi dei contenuti da inserire e non di non toccare cose all’interno della pagina.

Questo mio pensiero puó essere condiviso o meno, non cerco consensi, esprimo solo un pensiero.

Alla prossima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*Campi obbligatori